Marco Calcaterra è stato riconfermato a far parte del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Tutela del Cerasuolo di Vittoria DOCG per il prossimo triennio.

Riconfermati anche il presidente Massimo Maggio, proprietario delle cantine Maggio Vini e Vigna di Pettineo e Arianna Occhipinti, titolare dell’azienda Occhipinti, con la carica di vicepresidente. L’Assemblea dei Soci lo scorso 17 Dicembre ha scelto la strada della continuità dando così fiducia anche agli altri membri del consiglio: Francesco Ferreri (Valle dell’Acate) e Guglielmo Manenti (Manenti), unica new entry nel nuovo consiglio è Giovanni Calcaterra (Tenuta Bastonaca).

Il progetto del Consorzio è quello di promuovere e valorizzare l’unica DOCG dell’isola, puntando sul binomio qualità e territorialità. Fanno parte dell’organismo trenta soci che credono molto nella collaborazione e nel proposito di rafforzare ancora di più l’immagine di questa denominazione per raccontare, attraverso di essa, un territorio ricco di storia e cultura e le tante aziende che mettono ogni giorno passione e dedizione nel loro lavoro.

L’obiettivo del consorzio non sono i grandi numeri di produzione, ma garantire autenticità e qualità alla piccola DOCG che con le sue 750mila bottiglie prodotte in un’area ristretta dell’isola (256 ettari rivendicati in totale), ma di altissima qualità, oggi riconosciuta anche nei mercati stranieri, rappresenta più del 97% della produzione certificata nel 2015.

Per affermare maggiormente il ruolo del Cerasuolo del Vittoria molta importanza ha la voglia di condividere una strada comune. Gli associati, infatti si stanno impegnando a migliorare sempre più la qualità dei propri vini, puntando anche sulla tutela dell’ambiente di produzione (quasi tutti sono in biologico) e stanno unendo le proprie capacità e competenze, anche collaborando con la Strada del Vino del Cerasuolo, con la consapevolezza che tutto ciò consentirà alla DOCG di poter fare grandi cose.